Finalmente assegnati tutti i Nastri d’argento 2021, i premi del Sindacato nazionale giornalisti cinematografici italiani (SNGCI), dopo che già erano stati comunicati altri riconoscimenti, prima tra tutti quello per il film dell’anno a Miss Marx di Susanna Nicchiarelli: nastri alla regista, alla produzione Vivo Film con Rai Cinema, ai costumi di Massimo Cantini Parrini e per le musiche ai Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo. Poi quello per Sophia Loren (Nastro di platino), Renato Pozzetto (Nastro speciale), Colin Firth (Nastro europeo), il cameo dell’anno (Giuliano Sangiorgi in Tutti per 1-1 per tutti), quello per il doppiaggio assegnato a Dario Penne e Ida Sansone, voci rispettivamente di Anthony Hopkins e Olivia Colman in The Father. Il Premio Guglielmo Biraghi ai tre protagonisti di Est – Dittatura last minuteJacopo CostantiniLodo Guenzi e Matteo Gatta. Lo stesso riconoscimento è andato a Ludovica Francesconi, protagonista della commedia Sul più bello di Alice Filippi e ad Alice Pagani protagonista del film di Andrea De Sica Non mi uccidere. Il Premio Graziella Bonacchi è stato invece assegnato alla giovanissima Ginevra Francesconi, per i film Genitori Vs Influencer e Fortuna. Erano già stati assegnati anche i premi per i cortometraggi e i documentari, nella prima categoria avevano vinto Bataclan di Emanuele Aldrovandi (categoria fiction), Solitaire di Edoardo Natoli (animazione) e Being My Mom di Jasmine Trinca (opera prima), con premi speciali per La Fellinette di Francesca Fabbri Fellini e per Alessandro Haber, oltre a una menzione per La Napoli di mio padre di Alessia Bottone.
Nella seconda categoria i vincitori sono stati Mi chiamo Francesco Totti di Alex Infascelli (cinema del reale), The Rossellinis di Alessandro Rossellini (cinema spettacolo cultura), Il caso Braibanti di Carmen Giardina e Massimiliano Palmese (docufiction), con premi speciali assegnati a Sanpa di Cosima Spender e a Edizione straordinaria di Walter Veltroni. Vediamo tutti gli altri, i vincitori sono in grassetto. Quattro premi sono andati a L’isola delle rose e altri quattro a Le sorelle Macaluso (foto sotto). Due premi importanti invece a Cosa sarà di Francesco Bruni (attore protagonista Kim Rossi Stuart e sceneggiatura dello stesso regista).

LEGGI ANCHE I migliori film italiani del 2020 Opere prime, incassi, attori: il meglio e il peggio e dove vederlo

Nastri d’argento 2021, i vincitori



MIGLIOR FILM
‘Assandira’ di Salvatore Mereu
‘Cosa sarà’ di Francesco Bruni
‘Le sorelle Macaluso’ di Emma Dante
‘Lei mi parla ancora’ di Pupi Avati
‘Non mi uccidere’ di Andrea De Sica

MIGLIORE REGIA
Pupi Avati per ‘Lei mi parla ancora’
Francesco Bruni per ‘Cosa sarà’
Antonio Capuano per ‘Il buco in testa’
Emma Dante per ‘Le sorelle Macaluso’
Edoardo Ponti per ‘La vita davanti a sé’

MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE
Pietro Castellitto per ‘I predatori’
Maura Delpero per ‘Maternal’
Nunzia De Stefano per ‘Nevia’
Carlo S. Hintermann per ‘The Book of Vision’
Gianluca Jodice per ‘Il cattivo poeta’
Mauro Mancini per ‘Non odiare’

MIGLIORE COMMEDIA
‘Genitori vs Influencer’ di Michela Andreozzi
‘L’incredibile storia dell’Isola delle Rose‘ di Sydney Sibilia
‘Si vive una volta sola’ di Carlo Verdone
‘Sul più bello’ di Alice Filippi
‘Tutti per 1-1 per tutti’ di Giovanni Veronesi

SOGGETTO
‘La volta buona’: Vincenzo Marra
‘Palazzo di Giustizia’: Chiara Bellosi
‘Padrenostro’: Claudio Noce ed Enrico Audenino
‘Regina’: Alessandro Grande a Mariano Di Nardo
‘Rosa pietra stella’: Marcello Sannino, Guido Lombardi, Massimiliano Virgilio e Giorgio Caruso

SCENEGGIATURA
‘Cosa sarà’: Francesco Bruni
‘Governance – Il prezzo del potere’: Michael Zampino, Heidrun Schleef, Giampaolo Rugo
‘Le sorelle Macaluso’: Emma Dante, Elena Stancanelli, Giorgio Vasta
‘L’incredibile storia dell’Isola delle Rose’: Sydney Sibilia, Francesca Manieri
‘I predatori’: Pietro Castellitto

ATTRICE PROTAGONISTA
Valeria Bruni Tedeschi per ‘Gli indifferenti’
Valeria Golino per ‘Fortuna’ e ‘Lasciami andare’
Alba Rohrwacher per ‘Lacci’
Teresa Saponangelo per ‘Il buco in testa’
Daphne Scoccia per ‘Palazzo di Giustizia’

ATTORE PROTAGONISTA
Pierfrancesco Favino per ‘Padrenostro’
Sergio Castellitto per ‘Il cattivo Poeta’
Alessandro Gassmann per ‘Non odiare’
Fabrizio Gifuni per ‘La belva’
Kim Rossi Stuart per ‘Cosa sarà’

ATTRICE NON PROTAGONISTA
Linda Caridi per ‘Lacci’
Carolina Crescentini per ‘La bambina che non voleva cantare’
Donatella Finocchiaro per ‘Il delitto Mattarella’
Raffaella Lebboroni per ‘Cosa sarà’
Sara Serraioco per ‘Non odiare’
Pina Turco per ‘Fortuna’

ATTORE NON PROTAGONISTA
Fabrizio Gifuni per ‘Lei mi parla ancora’
Vinicio Marchioni per ‘Governance, il prezzo del potere’
Michele Placido per ‘Calibro 9’
Massimo Popolizio per ‘I predatori’
Francesco Paranè per ‘Il cattivo poeta’

ATTRICE COMMEDIA (premio ex aequo)
Antonella Attili per ‘Il ladro di cardellini’
Eugenia Costantini per ‘La tristezza ha il sonno leggero’
Loretta Goggi per ‘Burraco fatale’ e ‘Glassboy’
Miriam Leone per ‘L’amore a domicilio’
Valentina Lodovini per ’10 giorni con Babbo Natale’


ATTORE COMMEDIA
Elio Germano per ‘L’incredibile storia dell’Isola delle Rose’
Fabio De Luigi per ’10 giorni con Babbo Natale’
Simone Liberati per ‘L’amore a domicilio’
Nando Paone per ‘Il ladro di cardellini’
Eduardo Scarpetta per ‘Carosello Carosone’
Fabio Volo per ‘Genitori vs Influencer’

FOTOGRAFIA
Francesca Amitrano per ‘La tristezza ha il sonno leggero’
Tani Canevari per ‘Tutti per uno, uno per tutti’
Francesco Di Giacomo per ‘Non mi uccidere’
Gherardo Gossi per ‘Le sorelle Macaluso’
Daniele Ciprì per ‘Il cattivo poeta’

COSTUMI
Andrea Cavalletto per ‘Il cattivo poeta’

Alessandro Lai per ‘Uno per tutti, tutti per uno’
Maria Cristina La Parola per ‘Il mio corpo vi seppellirà’
Nicoletta Taranta per ‘L’incredibile storia dell’Isola delle Rose’
Mariano Tufano per ‘The Book of Vision’

SCENOGRAFIA
Giada Calabria per ‘Gli indifferenti’
Marcello Di Carlo per ‘Il mio corpo vi seppellirà’
Emita Frigato per ‘Le sorelle Macaluso’
Maurizio Sabatini per ‘La vita davanti a sé’
Tonino Zera per ‘L’incredibile storia dell’Isola delle Rose’

MONTAGGIO
Benni Atria per ‘Le sorelle Macaluso’
Massimo Fiocchi per ‘Lasciami andare’
Pietro Lassandro per ‘The Book of Vision’
Paola Freddi e Antonio Cellini per ‘Assandira’
Pietro Morana per ‘Non mi uccidere’

SONORO
Gianluca Costamagna per ‘Le sorelle Macaluso’
Carlo Missidenti per ‘Lacci’
Valentino Giannì per ‘Padrenostro’
Francesco Liotard per ‘Lasciami andare’
Alessandro Palmerini e Alessandro Zanon per ‘I predatori’

CASTING DIRECTOR
Federica Baglioni per ‘L’incredibile storia dell’Isola delle Rose’ e ‘Carosello Carosone’
Valeria Miranda per ‘Il mio corpo vi seppellirà’
Beatrice Kruger per ‘Governance, il prezzo del potere’
Rossana Patricelli per ‘Assandira’
Francesco Vedovati per ‘I predatori’

COLONNA SONORA
Stefano Bollani per ‘Carosello Carosone’
Michele Braga per ‘L’incredibile storia dell’Isola delle Rose’ e ‘Shadows’
Davide Caprelli per ‘Est – Dittatura Last Minute’
Andrea Farri e Andrea De Sica per ‘Non mi uccidere’
Pivio & Aldo De Scalzi per ‘Non odiare’

CANZONE
‘Cerotti’ (Tiromancino) per il film ‘Morrison’
‘Gli anni davanti’ (Pacifico) per il film ‘Genitori Vs Influencer’
‘Io sì (Seen)’ (Laura Pausini) per il film ‘La vita davanti a sé’
‘Magic’ (Greta Mariani) per il film ‘Addio al nubilato’
‘Sul più bello’ (Alfa) per il film ‘Sul più bello’

LEGGI ANCHE David di Donatello 2021: foto e video dei vincitori e dei momenti più belli

Oggi è stato anche annunciata la Palma d’oro alla carriera per Marco Bellocchio, durante l’atteso Festival di Cannes 2021.

Seguici su

FACEBOOK , INSTAGRAM ,

PINTEREST , REDDIT ,

TIK TOK, TELEGRAM,

TWITTER, YOUTUBE