Ecco un titolo giocosamente provocatorio che urterà i fans più accaniti di Christopher Nolan. I detrattori lo accusano di creare freddi giocattoloni cinematografici, molto compiaciuti e troppo macchinosi. In italia alcuni li paragonano persino ad enormi Supercazzole, per questo trovo appropriato il titolo dell’articolo. Si dice anche che il vero genio sia il fratello Jonathan ma qui ci si limita a segnalare chi ha scritto le sceneggiature dei suoi film. Dato oggettivo: Nolan – che ha appena compiuto 50 anni – è tecnicamente uno dei più grandi registi della sua generazione nonché una mente brillante che crea blockbusters per i quali è necessario usare il cervello. Vediamo però quali sono secondo la mia umile opinione i film migliori e peggiori del regista di Tenet (lo avete capito davvero o serve una spiegazione?) con delle brevi motivazioni che – chissà! – potrebbero far riflettere estimatori e non. Commenti graditi!

Lo SFASCIA

11 – Insomnia (2002) IMDB : 7,2

Sceneggiatura di H. Seitz, remake dell’omonimo film del 1997. Dopo il successo di Memento lo sconosciuto trentaduenne alle prime armi Christopher Nolan ha l’occasione di girare un film ad alto budget e dirigere due star enormi come Al Pacino e Robin Williams ma spreca la sua occasione realizzando un film poco riuscito e abbastanza noioso.

10 – Following (1998) IMDB : 7,5

Sceneggiatura di Christopher Nolan. Da apprezzare sempre e comunque un giovane che gira un film a bassissimo budget per farsi strada nel mondo del cinema: questo suo esordio è costato solo 8000 sterline. Non sarà un gioiellino ma il ventottenne Nolan muove i primi passi nel lungometraggio. Durata 1 h e 10’…incredibile eh?

9 – Il Cavaliere Oscuro: Il ritorno (2012) IMDB : 8,4

Sceneggiatura in collaborazione con Jonathan Nolan. Superiore ai precedenti in classifica per la maestria della messa in scena nolaniana ormai consolidata (il regista aveva 42 anni all’epoca). Film che 4 anni dopo ha accontentato i fans del Cavaliere Oscuro ma che non riesce proprio a competere col precedente. Durata 2 ore e 44 minuti…

8 – Batman Begins (2005) IMDB : 8,2

Sceneggiatura in collaborazione con D. S. Goyer. Il merito del film è di avere avviato una nuova visione del famoso supereroe (lo Spiderman di Sam Raimi era del 2002 e Superman returns arriverà l’anno successivo, nel 2006) che porterà poi alla riscrittura più matura del Cavaliere Oscuro. Grande cast ben diretto dal regista trentacinquenne.

7 – Tenet (2020) IMDB : 8,0

Sceneggiatura di C. Nolan. E’ presto per confrontare Tenet con gli altri suoi film ma la pellicola amplifica sia tutto ciò che è ottimo in Nolan (il suo desiderio di realizzare blockbuster intelligenti, le sue immagini strabilianti) ma anche tutto ciò che è frustrante nel suo lavoro (scarsissima posta in gioco emotiva, personaggi appena disegnati, complicazioni eccessive per il gusto di essere cervellotico e ostentare una certa superiorità). Ve lo siete davvero goduto questo film oppure non era assolutamente necessario un plot del genere? Un’altra domanda: perchè i protagonisti (maschile e femminile) poco noti e un cast così povero di stelle (a parte Pattinson che per scollarsi Twilight prova a girare di tutto)? Non è che alle star di Hollywood davanti ad una sceneggiatura del genere sono tremati i polsi? Si scherza… ma Kenneth Branagh non è all’altezza di un villain di tale proporzione.

6 – Memento (2000) IMDB : 8,4

Sceneggiatura di C. Nolan da un soggetto di Jonathan Nolan. Siamo sulla stessa linea di fastidio o godimento di Tenet, il film narrativamente più simile al rompicapo (palindromo) di Memento. Un film molto furbo che prosegue la decostruzione della sceneggiatura post Pulp Fiction, irritante da seguire anche ad una seconda visione, invecchiato maluccio ma per alcuni assolutamente geniale. Memento sarà il biglietto da visita di Nolan e lui lo sa già. Punto di forza (oltre all’idea di base – del fratello Jonathan – e la posta in gioco emotiva – scoprire l’assassino della moglie) è il protagonista più interessante della filmografia del cineasta: il divertente, tragico e patetico Leonard Shelby di Guy Pearce, un amnesico coperto di tatuaggi vitali che va avanti grazie agli scatti delle sue Polaroid. Girando le scene in ordine cronologico inverso (una linea a colori e una in bianco e nero) Nolan crea certamente un’esperienza cinematografica unica e non per questo presuntuosa, pretestuosa e fastidiosa ma che ha impresso il proprio marchio nel mondo dei film polizieschi e mind-bending degli ultimi vent’anni.

5 – The Prestige (2006) IMDB : 8,5

Sceneggiatura in collaborazione con Jonathan Nolan dal romanzo di C. Priest. La storia di due maghi in competizione dimostra che Nolan potrebbe essere un interessante regista di film d’epoca nel suo dar vita a un mondo vittoriano dell’era di Houdini. I critici e gli spettatori che lodano Nolan collocano spesso in cima alle loro liste questo film e ai fans piacciono moltissimo i grandi colpi di scena del suo cinema. Tuttavia (SPOILER) il finale di The Prestige si basa sulla rivelazione che il protagonista ha un gemello, twist che insieme a “era tutto un sogno” è nella Hit Parade dei colpi di scena patetici e tra i cliché ormai troppo imbarazzanti per apparire ancora nei film moderni. Forse il film più discordante di tutta la filmografia (soprattutto dopo un’ulteriore visione), se la batte con Interstellar tra il capolavoro e la boiata pazzesca ma al cinema tante volte non è strettamente necessario che tutto torni e abbia un senso preciso e inattaccabile.

4 – Dunkirk (2017) IMDB : 7,9

Sceneggiatura di C. Nolan. Alla sua seconda candidatura per il miglior film (dopo Inception), Dunkirk è ad oggi il vero “capolavoro” di Nolan, teso e intelligente ma con qualcosa in più. In questa storia vera (finalmente) il regista intreccia tre diverse trame, spaziali e temporali: una settimana in mare, un giorno a terra e un’ora in aria. Mentre in altri suoi film la confusione temporale si sente a volte come una superflua complicazione, qui è usata per darci un quadro completo dell’evento storico con un ritmo avvincente. Peccato per una colonna sonora eccessivamente ingombrante e per la solita freddezza umana dello sguardo sui personaggi per i quali non si empatizza quasi per niente (e i soldati tedeschi sono solo una minaccia e niente più) che mi fa collocare Dunkirk addirittura al quarto posto. Diciamolo però, è uno dei meno apprezzati dal pubblico.

3 – Inception (2010) IMDB : 8,8

Sceneggiatura di C. Nolan. Per quanto sia stato il 2.0 dei giocattoloni cervellotici di Christopher Nolan con tutti i suoi difetti e complicanze che rendono faticoso a volte seguire la trama (ma questo per molti è il vero godimento intellettuale), Inception è un film che in dieci anni ha già una sua solida collocazione nella storia del cinema moderno, con sequenze e immagini già memorabili (come quella qui sotto). L’originalità dell’idea e la padronanza del racconto su più livelli (con finale ambiguo) è coadiuvata più che mai dall’ottima interpretazione di un cast molto affiatato.

2 – Interstellar (2014) IMDB : 8,6

Sceneggiatura in collaborazione con Jonathan Nolan. Interstellar è il film che meriterebbe per me la vetta della “classifica” ma è anche uno dei film di Nolan con le peggiori recensioni, con molti critici che lo trovano eccessivamente ambizioso, implausibile e con un finale odioso. Tuttavia questi critici a mio parere si sbagliano. Nonostante i suoi difetti (la lunghezza e gli “spiegoni” continui) con Interstellar il regista riesce a legare i suoi concetti fantascientifici con una grande emotività, più coinvolgente di ogni altro suo film poiché i viaggi nello spazio di Matthew McConaughey significano guardare la sua famiglia invecchiare. Il finale è anche il più vicino a Kubrick (2001: Odissea nello spazio), regista a cui Christopher Nolan viene spesso sacrilegamente paragonato – se pur estremamente diverso – e i cui film sono spesso accusati di essere troppo freddi (come quelli dell’inglese Nolan). Ma vogliamo paragonarli davvero?!

1 – Il Cavaliere Oscuro (2008) IMDB : 9,0

Sceneggiatura in collaborazione con Jonathan Nolan. Oggettivamente è questa la punta dell’iceberg della carriera di Christopher Nolan anche se, pur in un ambito fantastico e fumettistico, il film sia zeppo di implausibilità da far infastidire qualsiasi adolescente cinefilo un po’ più sveglio della media. Ma lo spettacolo da olimpo dei blockbusters e il glamour ultra cool sono garantiti. Diciamo che il cinefilo duro e puro d’altri tempi al Numero Uno metterà Dunkirk, l’emotivo Interstellar e l’alternativo Inception. Per tutti gli altri c’è il film col Joker di Heath Ledger.

SE L’ARTICOLO TI HA DIVERTITO O INFASTIDITO

SEGUI IL SORPASSO CINEMA

su Facebook , YouTube , Instagram , Twitter PinterestTumblrLinkedin

E LEGGI ANCHE : I film di Stanley Kubrick dal peggiore al migliore

Tracce di Batman nel primo film di Christopher Nolan