bong
Bong Joon-ho, il regista sud coreano che è salito 4 volte sul palco dell’Olimpo di Hollywood

Bong Joon-ho con Parasite entra nella storia del cinema come primo film parlato in lingua straniera a conquistare Hollywood. Miglior film in assoluto ma vince un doppio Oscar, anche come miglior film internazionale (la categoria nella quale vinse l’Italia l’ultima volta nel 1997 con La vita è bella, per intenderci). Non solo, Bong vince anche miglior regia battendo i colleghi candidati Martin Scorsese e Quentin Tarantino – che ringrazia nel suo discorso – e miglior sceneggiatura originale. E, sorpresa, c’è un pizzico d’Italia in questo storico trionfo: forse non ci crederete ma nella colonna sonora di Parasite è presente una canzone di Gianni Morandi, In ginocchio da te. 

La scena con la canzone In ginocchio da te:

Chi è Bong Joon-ho

Cinquantenne, figlio di un designer, nasce a Taegu in Corea del Sud. Si laurea in sociologia sul finire degli anni ottanta. Già appassionato di cinema sin dall’adolescenza, nel 2003 si pone all’attenzione della critica, sia coreana che internazionale, con il film Memories of Murder, un giallo basato su una storia realmente accaduta. Il film ottiene un gran successo di pubblico e vince premi in diversi festival di tutto il mondo.

Nel 2006 gira il monster movie campione di incassi The Host, presentato al Festival di Cannes 2006. Nel 2011 viene scelto come presidente di giuria al Festival di Cannes, nella sezione Caméra d’or. Nel 2013 dirige il film Snowpiercer, che rappresenta il debutto cinematografico in lingua inglese per il regista sudcoreano. Nel 2017 è la volta di Okja, distribuito da Netflix, mentre nel 2019 si aggiudica la Palma d’oro a Cannes con il film Parasite, film che questa stagione ha già vinto ai Bafta e ai Golden Globe.

Ecco i risultati dell’Oscar 2020 : ELENCO VINCITORI

Il Sorpasso su Facebook , YouTube , Instagram , Twitter PinterestTumblrLinkedin