UNA STORIA. UN MITO.
LA NASCITA DI ROMA COME NON È MAI STATA RACCONTATA. Al via a giugno le riprese nel Lazio. La serie arriverà in esclusiva per l’Italia su Sky. MATTEO ROVERE è al suo esordio televisivo con una serie interpretata da ANDREA ARCANGELI, MARIANNA FONTANA e FRANCESCO DI NAPOLI. Non ci sarà Alessandro Borghi, protagonista del film Il Primo Re.

L’illustrazione di Riccardo Monti (Art Director) mostra una delle ambientazioni di Romulus che saranno ricostruite sul set.jpg

 

QUI trovate tutto quel che si è scritto (sul web e sui giornali) su Il Primo Re. Il Sorpasso Cinema – che dedica ampio spazio al migliore cinema italiano di Ieri, Oggi e Domani – ha raccolto come la critica ha accolto il film evento di Matteo Rovere. 

Fra storia, leggenda e rivoluzione, l’epico racconto della nascita di Roma nella nuova serie Sky Original: ROMULUS, una serie di Matteo Rovere, al suo esordio alla regia di un progetto televisivo. Prodotta da SkyCattleya e Groenlandia, la serie è composta da 10 episodi. Le riprese inizieranno a Roma i primi di giugno e andranno avanti per 28 settimane tra la capitale e i dintorni.

Nel cast Andrea Arcangeli (The StartupTrust – Il rapimento Getty), Marianna Fontana (Indivisibili, Capri-Revolution) e Francesco Di Napoli (La paranza dei bambini), giovani e già apprezzatissimi talenti che saranno i protagonisti di una storia di sopravvivenza diretta da Matteo Rovere (Veloce come il vento, Il primo re) da Michele Alhaique (Non uccidereSenza nessuna pietà) e da Enrico Maria Artale (Il terzo tempo).

Due intere città meticolosamente ricostruite sulla base di ricerche storiche documentate, migliaia di figurazioni, più di 700 presenze stunt e centinaia di armi riprodotte per una serie, Romulus, ambientata otto secoli prima di Cristo, in un mondo primitivo e brutale nel quale il destino di ognuno è deciso dal potere implacabile della natura e degli dei. Girato in protolatino, Romulus è il racconto di questo mondo attraverso gli occhi di tre ragazzi segnati dalla morte, dalla solitudine e dalla violenza: Iemos, Wiros e la giovane vestale Ilia. Una storia di uomini e donne che scoprono come crearsi un destino anziché subirlo. Una rivoluzione guidata anche da una figura femminile feroce e protettiva, spietata e materna. Romulus è la storia epica della nascita di Roma come non è mai stata raccontata.

 Nicola Maccanico, Executive Vice President Programming Sky Italia, ha dichiarato: «Romulus è una serie epica nel vero senso della parola, un prodotto di portata internazionale in cui brillerà una nuova generazione di attori italiani. Un progetto che ha al suo centro quello che è il brand più riconoscibile del nostro paese, Roma, che viene raccontata al mondo negli anni della sua nascita e del suo mito con uno stile crudo, realistico, potente. Una storia a noi vicina, ma assolutamente globale al tempo stesso. Siamo felici di aver costruito un progetto così ambizioso con Matteo Rovere, produttore e regista giovane ma già affermato ed in grado di raccontare a livello emotivo e visivo una narrazione così potente con il suo stile riconoscibile e di successo, e la sua casa di produzione Groenlandia. Intraprendere questo viaggio con Cattleya è garanzia di qualità e dimensione internazionale, caratteristiche che Romulus possiede ed attraverso le quali cercheremo di conquistare spettatori di tutte le età».

Riccardo Tozzi, fondatore di Cattleya, aggiunge: «Con Romulus vogliamo raccontare l’origine del potere di Roma, e l’affabulazione che l’ha resa possibile: affermando che la Storia esiste perché prima qualcuno crea un racconto. Per lanciare un progetto così ambizioso bisogna poter contare su un forte gruppo di lavoro creativo e motivato. Noi con Groenlandia lo abbiamo creato: è una bella esperienza lavorare con un giovane regista talentuoso come Matteo, che stimiamo anche come collega produttore. Decisivo è stato ed è il sostegno di due grandi partner: Sky e Itv Studios».

coverlg_home
Matteo Rovere sul set de IL PRIMO RE

Matteo Rovere, fondatore di Groenlandia, showrunner e regista della serie conclude: «Romulus è un racconto di sentimenti, guerra, fratellanza, coraggio e paura. È un grande affresco epico, una ricostruzione fortemente realistica degli eventi che hanno portato alla fondazione di Roma. Ma soprattutto è un’indagine sulle origini e il significato profondo del potere in Occidente: un viaggio in un mondo arcaico e spaventoso, dove tutto è sacro e gli uomini sentono ovunque la presenza misteriosa e ostile degli dei. Lavorare con Sky, Cattleya e ITV, tre partner di straordinario valore e assoluta esperienza, mi sembra il modo migliore per affrontare questa nuova avventura».

Le sceneggiature sono firmate da Filippo Gravino (Veloce come il vento, AlaskaFioreIl primo re), Guido Iuculano (Una vita tranquillaTutto può succedereQuestione di cuore, Alaska) e lo stesso Matteo Rovere.

Completano il cast Giovanni Buselli (Gomorra – La serieL’amica geniale), Silvia Calderoni (Riccardo va all’inferno), Sergio Romano (Il campioneLa terza stella), Demetra Avincola (Fortunata, Loro 2), Massimiliano Rossi (Il primo reIl vizio della speranzaIvana Lotito (Gomorra – La serie), Gabriel Montesi (Made in Italy, Il primo re, Il campione) e Vanessa Scalera (Lea).

 

Rimani informato, seguici anche sul gruppo dedicato alle Migliori Serie TV (clicca sul link)